Bondi Ferrara – Kontatto Fortitudo Bologna; l’anticipo odierno di Sky


 L’anticipo di Sky punta i fari su Ferrara – Fortitudo Bologna. La Fortitudo chiamata a dare conferme sul campo dopo le vittorie su Jesi e Forlì. Bowers sfida Mancinelli in una gara che chiamare “derby” sembra un po’ azzardato

di  Luca  Corbelli

Alle 20,30 di oggi, in quel di Ferrara, va in scena Bondi – Kontatto Fortitudo Bologna. Non condivido la scelta di chiamarlo derby in quanto “il” derby è solo uno,  quello tra Fortitudo e Virtus. Da una parte troviamo i padroni di casa, la Bondi, con 8 punti in classifica, frutto di 4 vittorie ma reduci da 2 sconfitte consecutive, coincise con qualche problema fisico di uno dei suoi due stranieri: il centro Bowers; dall’altra troviamo i 12 della Kontatto Fortitudo, reduci da due vittorie consecutive.

mancinelli-4

La prestazione di Mancinelli sarà decisiva per la Fortitudo in trasferta a Ferrara

Squadre con piani partita opposti: Ferrara fa dell’attacco (secondo del campionato) spumeggiante e spesso di corsa il printing del suo cammino fino ad ora con 81 punti di media segnati a partita. La Fortitudo l’esatto contrario: difesa difesa e ancora difesa anche perché i risultati dimostrano che se riesce a tenere i propri avversari sotto i 70 punti spesso ne porta a casa lo scalpo; con 74 punti segnati occupa l’undicesimo posto nella classifica dei punti segnati.

Ferrara ha un giocatore Roderick molto spettacolare capace di giocate impensabili ma anche di molte palle perse; primo nella classifica del campionato con 3,9 a partita. Può contare anche in Cortese, primo per minuti giocati a partita; e ben 3 giocatori nei primi cinque della classifica dei rimbalzi difensivi: Cortese 7,1, Roderick 6 e Bowers 5,5. Il che lascia presagire una dominanza costante dentro all’area difensiva di Ferrara. Ha anche il play Moreno, terzo nella classifica generale degli assist con 5,5 a partita. A difendere le plance troviamo poi Pellegrino, terzo per stoppate in questo campionato e Soloperto, prodotto del vivaio Fortitudo.

L’unico a giocare il suo derby personale sarà Martino Mastellari che insieme a Candi ha disputato tutte le giovanili in Fortitudo anche quando della F non esisteva più nulla e tutti sono scappati…

Cosa mi aspetto da questa partita? Un bel clima all’interno del palazzetto perché da Bologna arriveranno in tanti e a Ferrara sono sempre numerosi i tifosi; quindi una grande cornice di pubblico davanti alla quale è sempre bello giocare.

La partita potrebbe dare conferme importanti o rimandare più avanti bocciature o promozioni. Per esempio Ruzzier sta piano piano aumentando la sua importanza e lo stato di forma e in questa partita ha davanti Moreno, un play di livello, con il quale sarà diverso confrontarsi rispetto agli avversari di Jesi e Forlì. Knox e Gandini saranno fondamentali per i rimbalzi in attacco visto che Ferrara fa dei rimbalzi difensivi il proprio punto forte . Candi e Nikolic, nel duello con Roderick e Cortese, dovranno riuscire a mantenere elevatissimo il proprio rendimento, sopratutto se la difesa della Fortitudo avrà la meglio sull’attacco di Ferrara.

Poi ci sono i giocatori che spesso decidono le partite: Mancinelli da una parte e Bowers dall’altra, al quale aggiungo Pellegrino perché quando l’ho visto mi ha molto impressionato. Penso che anche stasera molto del risultato finale passerà dalle mani di questi giocatori.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *