Ecco Demetri McCamey, il primo tassello della nuova Fortitudo


Scheda dettagliata di Demetri McCamey, primo acquisto della Fortitudo per la prossima stagione di A2

– di Michele Teglia –

La Fortitudo riparte da McCamey (ph. Alchetron)

Si chiama Demetri McCamey il nuovo acquisto Fortitudo per la stagione 2017-18; si tratta di una combo guard di 28 anni uscito da University of Illinois nel 2011, ma non scelto al draft nonostante le discrete cifre (14p. + 6 assist). La sua carriera professionale è stata piuttosto travagliata: alla sua prima stagione, nel 2011-12, è approdato a Mersin in Turchia, dove però ha giocato solo 7 gare e rigettato. A dicembre 2011 è quindi arrivato in Israele, all’Hapoel Gerusalemme, venendo però rilasciato dopo solo 4 partite e statistiche inconsistenti. Ha tentato di resettare la sua carriera partendo di nuovo dagli USA, giocando in D-League per tutta la successiva stagione, con esiti piuttosto alterni. Ha poi continuato firmando prima in Australia e la stagione seguente in Giappone, in verità rendendo discretamente. Negli ultimi 2 anni ha evoluito nuovamente in D-League, giocando però solo 16,6 min. a gara, con bottini individuali abbastanza limitati. Probabilmente vale di più di ciò che le statistiche della sua carriera recitano: si tratta di una combo guard dal fisico assai tozzo e piuttosto tarchiato, con braccia corte. Gioca preferibilmente da #2 ma, all’occorrenza, è in grado di surrogare temporaneamente il playmaker. Non è rapidissimo ma è provvisto di una buona quantità di forza pura, tramite la quale può andare anche a giocare spalle a canestro quando viene difeso da un avversario meno potente e più basso di lui. Possiede discreto trattamento sulla palla e sa trarre vantaggi attraverso l’uso di un blocco, inoltre è bravo a smistare la palla ai compagni aperti, una volta provocata una rotazione difensiva. Tiratore da fuori abbastanza giornaliero (perlomeno per i primi livelli europei), ha però in repertorio un eccellente PAT (pall.arresto e tiro) dalle mezze posizioni. Quando va in percussione, è in grado di resistere ai contatti dei lunghi in aiuto e sa alzare le parabole di tiro sottomisura. Difensore di buona qualità, sia sotto il profilo degli scivolamenti che sotto quello dell’atteggiamento. In definitiva, per l’A2 un ottimo acquisto, anche se lo scarso minutaggio negli ultimi anni induce a qualche cautela.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *