In mezzo al mercato c’è il campionato: due gare da vincere


Biancoblù impegnati in una partita non semplice a Verona e bianconeri più morbidi in casa con Imola

di Luca Corbelli

L'infortunato Klaudio Ndoja, ala grande della Virtus Bologna

L’infortunato Klaudio Ndoja, ala grande della Virtus Bologna

Leggo che la Virtus ha deciso di “aspettare” Ndoja, o meglio, di cercare un sostituto per allungare le rotazioni, ma con la paura di rompere il giochino: vale a dire inserire un giocatore che alteri gli equilibri nello spogliatoio. Un rompiballe, insomma.. Credo che ogni squadra che rispetti e giochi per vincere al suo interno deve avere un “asino”, ma se sono due diventa un problema. Penso, anche, che se poi Ndoja non recuperi per la fine della stagione regolare sarà un problema inserirlo durante i play-off quando ci si allena poco perché si gioca ogni due giorni, con il rischio che a lungo andare alcuni giocatori già apparsi stanchi adesso lo diventino ulteriormente, con l’altissima probabilità di infortuni o cali di forma nel momento essenziale della stagione, perché usurati dal campionato. Ho vissuto in prima persona una situazione di edema osseo in una caviglia, cinque mesi facili per essere una persona normale altri due per essere un giocatore, se per caso fosse similare, per il giocatore diventerebbe difficile rientrare per questo campionato. Ritengo che la scelta della Società stabilisca le ambizioni.

Veniamo al campo. Turno, a mio avviso, semplice per la Virtus, la partita con Imola non dovrebbe essere un ostacolo insormontabile. V al completo, Imola senza Borra, al momento in cui scrivo, e con Prato in dubbio.
La Fortitudo si recherà a Verona in un momento non proprio semplice, in quanto la Verona contestata dai tifosi la settimana scorsa ha risposto andando a vincere a Treviso, campo che era ancora imbattuto nella stagione in corso, quindi entrando in questa partita con un pieno di autostima che se non succedeva era anche meglio, vista la profondità del roster di Verona, che pare, sulla carta, essere uno dei più completi dell’intera A2.basket-bolognese
Fortitudo che in settimana ha avuto problemi fisici da risolvere, sembrano rientrati per Nikolic e ancora no per Gandini, che lamenta problemi alla schiena. Sarà stato il tuffo per recuperare la palla nel finale del derby?
Turno complicato per Kontatto per le ragioni espresse sopra e perché il mercato che sta entrando nel vivo: che lo si voglia o no turba i giocatori, senza dimenticarsi che per due settimane giocherà lontano dal PalaDozza. Prima Verona e poi Ravenna, e accumulare eventuali sconfitte allontanerebbe la squadra dalle prime quattro posizioni .

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *