Novembre mese importante per capire il valore di Fortitudo e Virtus


Virtus e Fortitudo si giocano molto della loro prima parte di stagione nel mese di novembre

di Luca Corbelli

Osservando il calendario mi accorgo che nel mese di novembre verranno disputate quattro partite che potrebbero dare un’indicazione importante per quanto riguarda giocatori e situazione di classifica.
fortitudo
La Fortitudo, ormai digerito il cambio di straniero: via Roberts dentro Nikolic, dovrà prima di tutto fare i conti con le nuove gerarchie e la nuova distribuzione dei minutaggi e dei ruoli. Poi avrà una partita in casa e tre partite esterne. Rispettivamente a Mantova a Jesi in casa con Forlì e poi a Ferrara. A mio avviso, tutte e dico tutte partite insidiosissime, perché già domenica a Mantova sarà una partita da prendere con le molle perché gli Stings, che hanno appena due punti, ad inizio stagione erano accreditati come una delle migliori squadre e anche se hanno appena vinto la loro prima partita sono sempre una squadra di primissima fascia. Poi per la Fortitudo un’ ulteriore trasferta in quel di Jesi, senz’altro una sorpresa di queste prime cinque giornate, quindi anche questa trasferta insidiosa. Arriviamo quindi all’unica gara casalinga con Forlì che in questo momento ha gli stessi punti della Fortitudo. L’aria di casa e il sostegno incessante dei propri tifosi, sono certo farà benissimo alla squadra. Ultima partita di questo mini ciclo del mese di novembre verrà giocata a Ferrara, che ha appena battuto la Virtus, dimostrandosi squadra molto ostica, caparbia, perché non ha mai mollato e spesso il canestro per andare ai supplementari è arrivato a fil di sirena (è la seconda volta consecutiva che Ferrara va ai supplementari mettendo l’ultimo tiro). Squadra terribilmente fisica perché sono alti e con chili addosso in tutti i ruoli.

20090212090844logo-virtusLa Virtus dovrà chiarire le sue ambizioni e leadership interne, con Spissu e Umeh  incerti,  avrà due partite in casa e due partite esterne ma per via del posticipo saranno rispettivamente a Udine in casa con Treviso ed a Jesi in casa con Verona.  Posticiperà la partita con Treviso, che cosa non da poco,  gli permetterà di recuperare Ndoja molto importante per gli equilibri di una squadra già corta nei cambi. Dovrà poi affrontare in una settimana tre partite: domenica prossima, 13 novembre, a Udine contro l”ex Allan Ray, che aspetterà i bianconeri con il dente avvelenato; poi mercoledì 16 con Treviso in casa, dove la squadra trevigiana è sicuramente un avversario scomodo. Si recherà quindi a Jesi che affronterà, stranezze del calendario, nel giro di una settimana prima la Fortitudo e poi la Virtus. Jesi che come ho detto sopra è la sorpresa di queste prime giornate di campionato. Infine le V nere chiuderanno questo ciclo di novembre ospitando la temibile Verona. In questo momento ricordo a tutti che Fortitudo e Virtus sono appaiate in classifica, ma a mio modesto parere alla fine di questo mese non lo saranno più…

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *