Pre Roseto-Fortitudo: i numeri dell’ex Valerio Amoroso


Domenica a Roseto, si giocherà la gara fra gli Sharks e la Fortitudo, appaiate in classifica a quota 30 punti. Nelle file dei padroni di casa uno protagonisti sarà di certo Valerio Amoroso, grande ex e trascinatore, nel finale della scorsa stagione, dei bolognesi

-di Calogero Destro-

Valerio Amoroso, qui in azione con la maglia della “F” (Ph. Bolognabasket)

Uno snodo fondamentale della stagione, una partita importante per entrambe le squadre, appaiate in classifica in quinta posizione, a quota 30 punti e poco distanti dalle primissime posizioni. Roseto Sharks contro Fortitudo Bologna sarà questo, certo: una gara da non sbagliare, due punti da centrare per non perdere terreno dalle zone che contano, ma non solo. Tra gli abruzzesi, infatti, milita un cestista che, nel rush finale dell’anno passato, ha dato un apporto incredibile alla squadra di coach Boniciolli. Stiamo parlando, ovviamente, di Valerio Amoroso, ala grande classe ’80 che, al pari di Mancinelli, nella categoria rappresenta un lusso non da poco.

Cifre a confronto- Lo sanno bene i tifosi della Fortitudo, che, dopo aver accolto l’ex Scafati con scetticismo a metà della scorsa stagione, si sono dovuti ricredere. Amoroso, arrivato a Bologna quando era tartassato da problemi fisici, ha saputo dimostrare, nei momenti decisivi della post-season, che era ancora in grado di dare qualcosa di importante. Queste le sue cifre in maglia biancoblu: 8.4 punti, 4.4 rimbalzi, 2 assist in 24.5 minuti di media (10 gare giocate). Con Roseto la condizione fisica è nettamente migliorata e di conseguenza anche i numeri fatti registrare da inizio stagione ad oggi: 12.3 punti, 6.2 rimbalzi, 2 assist in 31 minuti di media (25 partite disputate fin qui). Cifre che dimostrano il fondamentale apporto di Amoroso in una squadra che, a inizio stagione, sembrava destinata a ben altro campionato. Cifre, tra l’altro, che lasciano ulteriore amaro in bocca rispetto a un rinnovo che in estate sembrava scontato e che, invece, si è trasformato in un addio in mezzo a qualche polemica. Ecco perché Amoroso, domenica, potrebbe avere qualche stimolo in più, e – lo sanno bene i tifosi della “F” – meglio non farlo arrabbiare.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *