Verso il derby di ritorno con passo sicuro


Virtus letale nel finale a Forlì, Fortitudo (in attesa di Cinciarini) non corre rischi con Piacenza

di Alberto Bortolotti

Virtus e Fortitudo si apprestano a disputare il derby di ritorno

Una squadra cambiata (non è detto che per forza sia rinforzata) inevitabilmente costa soldi, e di base ciò comporta uno sforamento di budget. E’ quello che è successo a Forlì che ha messo assieme, ora, un team di tutto rispetto, capace di impensierire seriamente la Virtus. Non è bello vedere i tifosi che apostrofano malamente l’ex coach Valli, ma è anche vero che le ricostruzioni del tecnico anzolese sulle disavventure dell’anno scorso sono state un po’…discutibili. Risistemare la squadra, secondo i dettami del tecnico, non è servito se non ad appesantire i conti. E l’unico cambio azzeccato fu quello di Collins. Questi sono i dati: tra l’altro tornarci sopra è anche abbastanza ozioso.
Meglio stare all’oggi, che segnala una battuta d’arresto per i romagnoli ma anche una bella partita da entrambi i lati. E la Segafredo vince per la freddezza mostrata, come sottolinea Valli: “Le abbiamo provate tutte, ma appena fai un errore loro ti puniscono da tre punti, la vera chiave è stata questa”.
Ora le V nere possono, forse, permettersi di perdere nel derby ma non vedere intaccato il primato in stagione regolare.
Quanto alla Fortitudo, non scontata la vittoria con Piacenza al di là di qualche balbettio finale (more solito): Boniciolli dà, a fine gara, una chiave tecnico tattica, ed economica, sul tema rinforzi e su quale settore della squadra è opportuno irrobustire: “non è un campionato per lunghi, sotto possiamo mettere anche Mancinelli, ci serve un esterno che sappia cosa fare quando le partite contano. Dicono che l’Italia non sia un paese per giovani, qui i giovani di occasioni ne hanno avute, e comunque un giocatore in più sarà utile, tra gli esterni, più di quanto non lo sarebbe un lungo“.

Il tabellone play-off al momento continua a prevedere la stracittadina nel quarto di finale, se le due bolognesi si sbarazzeranno delle due romane negli ottavi.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *